Volume 1. Pia Società dell'Apostolato Cattolico pag. 290

Volume 1. Pia Società dell'Apostolato Cattolico pag. 290

Officii del Procuratore Deputato a promuovere sotto la Protezione dell'Apostolo S. Bartolomeo l'esercizio il più attivo delle Opere di misericordia corporale, e spirituale a favore dei Poveri Detenuti nelle Prigioni, o già condannati, e della cura spirituale per i Condannati a Morte

considerate, e maturate le ragioni tanto di quella specie che possono mostrare la innocenza, quanto di quella che possono fare conoscere il delitto / {254} meno grave di quello che si stimerebbe se alcune circostanze non fossero rilevate; né si stanchino per viaggi, e replicate fatiche, che avessero a fare [.]
Per trattare questa Opera di carità vi si occuperà ancora un perito Avvocato che per sentimento di pura carità, e non per interesse presti l'opera sua efficacemente presso i Giudici, onde essi abbiano più pronte le ragioni onde concludere colla massima sollecitudine le cause dei rei.
A maggiore conforto dei poveri Padri di famiglia Carcerati, o Condannati, e di quei figli di Madre vedova che davano il sostentamento alla famiglia col sudore della loro fronte il Procuratore Deputato assegnerà ad altri l'officio di procurare dei mezzi di sussistenza per le famiglie, che hanno il loro Capo o carcerato, o condannato, e per quelle Vedove, che pure hanno il figlio in prigione; e quei mezzi che raccoglieranno, o che essi stessi delle proprie sostanze potranno disporre li distribuiranno con regolarità onde si provegga coll'ordine della carità [.]
Assegnerà a Cherici, e Sacerdoti l'officio di fare una volta la settimana la Dottrina ai poveri carcerati, e condannati; e questi di tempo in tempo specialmente nelle ricorrenze delle maggiori solennità dell'anno, e nei giorni prossimi alla S. Quaresima, e negli altri prossimi alla Festa di tutti i Santi faranno