Volume 10. I Lumi pag. 243

Volume 10. I Lumi pag. 243

Primo Libretto

29/post 1844 - I doni della SS. Trinità; Dio e Vincenzo; «Venite omnes gentes…»; «Paradisus meus sit…».

29/post 1844
[I doni della SS. Trinità; Dio e Vincenzo; «Venite omnes gentes…»; «Paradisus meus sit…».]

Mia innamoratissima Madre Maria Immacolata, Angeli, e Santi tutti del Paradiso, e Creature tutte del (!) Universo di ogni specie vi prego, e intendo pregarvi / {224} pregarvi (!) adesso, e sempre per tutta la Eternità ad ogni momento infinitesimo, affinchè tutti e sempre, e vorrei che tutti foste moltiplicati nel numero, e nella santità (1) infinitamente da tutta la Eternità, e per infinite Eternità ad ogni momento infinitesimo e così imaginati moltiplicati tutti insieme per me, e per tutte le creature, ossia in luogo nostro, e a nome, e da parte nostra amiate, adoriate, esalt[i]ate, e ringraziate il Padre, il Figliuolo, e lo Spirito Santo per tutti quei doni di natura, e di grazia che ha versato, versa, e vuole versare sopra di noi, e poichè tutta la SS. Trinità da tutta la Eternità con amore infinito ha pensato a noi, e per tutta la Eternità ci vuole comunicare i suoi doni (2) di conservazione, di natura [,] di grazia, e di gloria, e (3) anche quando non vi penso, quando

Note


1) Nel numero, e nella santità agg. post.
2) Doni agg. post.
3) Segue una lettera cancellata e indecifrabile.