Volume 10. I Lumi pag. 252

Volume 10. I Lumi pag. 252

Primo Libretto

30/1847 - Esercizi Spirituali a Camaldoli/1847.

30/1847
[Esercizi Spirituali a Camaldoli/1847.]

{230} Dio mio, Dio mio, Dio mio Eterno, Infinito, Immenso [,] Incomprensibile, Amore, e Misericordia infinita dell'Anima mia. Dio mio Ego sum Nihilum, et Peccatum, Abominatio omnis desolationis (1) (b1), Miseria, Immunditia, et omne Malum eppure ancora mi reggete colla vostra infinita Misericordia, anzi mi comunicate le vostre grazie, mi date i vostri lumi, mi arricchite (2) dei vostri doni, delle vostre incomprensibili Misericordie, mi cercate sempre, e vi volete dare tutto a me, e mi volete trasformare tutto in tutto Voi, perchè mi volete fare Beato come Voi, e oggi prima Domenica del S. Avvento (3) mi avete condotto in questo S. Eremo (4) santificato dai Figli del vostro Servo fedele S. Romualdo per parlarmi al cuore nei giorni dei SS. Esercizi. Ma io non so, non capisco con quali disposizioni debbo entrare in q[ues]ti SS. Esercizi, onde ne ritragga quel frutto (5)

Note


1) Dan. 9, 27.
2) La prima c appare ritoccata.
3) Pari al 28 novembre 1847.
4) Si tratta dell'eremo camaldolese tuscolano. Il Pallotti vi si trattenne dal 28 novembre al 4 dicembre 1847 per predicare gli esercizi sia agli eremiti che a Don R. Melia che si era portato seco.
5) Segue un che cancellato.