Volume 10. I Lumi pag. 275

Volume 10. I Lumi pag. 275

Primo Libretto

33/1849 - Riepilogo di 55 anni di vita.

33/1849
[Riepilogo di 55 anni di vita.]

Dio mio Misericordia mia (1) (b1) infinita, eterna, immensa incomprensibile ecco che per un prodigio incomprensibile della stessa vostra infinita misericordia sono giunto a vivere sino (2) al dì presente dodici Maggio 1849 (3) dopo che misericordiosamente mi avete fatto nascere il dì ventuno Aprile 1795. Dunque già corre il cinquantesimoquinto anno delle vostre infinite misericordie sopra di me e delle mie innumerabili, e mostruosissime mie ingratitudini, peccati, scandali, ipocrisie, / {248} e vivo, e ho vissuto sempre come homo peccati (4) (b2), et Causa omnium malorum praeteritorum, praesentium, futurorum, et possibilium, et impedimentum omnium bonorum, gratiarum, miraculorum, quae fuissent, (5) et futura erunt si impedimentum a vita mea depravata positum non fuisset. Ah mio Dio e che farò nel rimanente della mia vita! A… A… A… Domine nescio loqui (6) (b3)! Sono

Note


1) Cfr. Ps. 58, 18.
2) Sino agg. post.
3) A tale data S. Vincenzo si trova, per le note ragioni politiche (Repubblica Romana) nascosto nel Collegio Irlandese a S. Agata dei Goti in Roma.
4) Cfr. 2 Thess. 2, 3.
5) Segue un sunt cancellato.
6) Cfr. Ier. 1, 6.