Volume 8. Manuali della Regola - 1846, 1847, 1849 pag. 54

Volume 8. Manuali della Regola - 1846, 1847, 1849 pag. 54

1. Manuale della Regola, 1846

Capitolo 11: Dei doveri verso se stesso

17. (1) Nessuno de' Fratelli Coadiutori impari a leggere, o a scrivere, o qualsivoglia scienza senza l'espressa licenza del Rettore Gen[era]le.

18. (2) Nessuno parli di ciò che appartiene al vitto, o vestito, o di altro bisogno del corpo se non con quelli co' quali avrà la licenza del Superiore.

19. (3) Ciascuno si astenga dal parlare delle cose del secolo, ne introduca raggionamenti vari ed inutili, molto meno poi parli di affari politici; e le notizie del secolo che (4) si sentono di fuori non si raccontino senza raggione, e frutto spirituale.

20. (5) Tutti si asterranno diligentem[ent]e dall'essere procuratori di affari, ovvero esecutori testamentarî, dal trattar matrimonî o far da Padrini, e da (6) qualunque facenda (!) secolaresca.

21. (7) Tutti impareranno la Lingua del Paese in cui dimorano senza lasciare la coltura della Lingua propria.

Note


1) Già 23., poi 24. ed infine 15.
2) Già 24., poi 25. In origine l'attuale numero 18 faceva un tutt'uno con l'attuale numero 17.
3) Già 25., poi 26. ed infine 16.
4) A fianco, per lapsus, un 26 cancellato.
5) Già 26., poi 27. ed infine 17.
6) La parola appare ritoccata.
7) Il testo del numero - aggiunto - è di mano del Pallotti.