Volume 8. Manuali della Regola - 1846, 1847, 1849 pag. 76

Volume 8. Manuali della Regola - 1846, 1847, 1849 pag. 76

2. Manuale della Regola, 1847

Capitolo 2: Della Povertà

Capo 2º

Della Povertà

Filius hominis non habet ubi caput reclinet (b1) (Matth. 8.20)

1. Il N. S. Gesù Cristo nacque povero nel presepio, visse povero, e spogliato perfino delle sue povere vesti e (1) morì povero sulla nuda Croce; e perciò potè dire (2) (b2), che neppure aveva ove posare il capo; dunque sarebbe sommamente disdicevole, che quelli, che fanno professione d'imitarlo in Cong[regazio]ne, si allontanassero dai suoi esempii nella pratica di una vita povera, che serve come di base per conservare stabilmente qualsivoglia Istituto. E perciò:

2. Dobbiamo amare la povertà come Madre, Sorella, e Compagna indivisibile, e dobbiamo desiderare di provarne spesso gli effetti, e dobbiamo vivere nella disposizione di eleggere per noi il più povero, e il più abbietto sia nella stanza, negli Ufficj, e in qualunque altra cosa qualora ne venisse a noi dai Superiori proposta la scelta.

3. La S. Povertà risplenda in tutto; nel vitto, nel

Note


1) La parola appare corretta.
2) In Mt. 8, 20.