Volume 13. Stampati - Varie pag. 161

Volume 13. Stampati - Varie pag. 161

Iddio l'Amore Infinito

30 - L'Amore infinito, e la infinita Misericordia del N.S.G.C. nella elezione dei dodici Apostoli

30

L'Amore infinito, e la infinita Misericordia del N.S.G.C. nella elezione dei dodici Apostoli.

Illuminato dalla S. Fede quando ricordo che l'Eterno Padre con amore infinito ha mandato il suo divino Figliuolo (1) Gesù / {142} sommo, universale, ed eterno Sacerdote, e (2) Pontefice di tutte le Anime, debbo pure ricordare che lo stesso nostro divin Redentore Gesù Cristo dopo la sua Resurrezione quando disse (3) ai suoi Apostoli = Sicut misit me Pater, et Ego mitto vos (b1) = (Joa: c. 20. v. 21) (4) si è degnato di ordinare loro e ai loro Successori di andare ad (5) annunziare in tutto il Mondo l'Opera della divina Redenzione (6), perché tutti ne profittino per la eterna loro salute, e perché (7) facessero le

Note


1) Quando ricordo […] divino Figliuolo agg. post. Segue una piccola cosa fittamente cancellata.
2) Sacerdote e agg. post.
3) Disse agg. post.
4) Le parole della citazione ripetute una seconda volta; cancellata la prima. In realtà il versetto è - oggi - il 22.
5) Ad scritto due volte, depennata la prima.
6) Dopo Pontefice e fino a Redenzione il testo è stato sottoposto a tutta una serie di correzioni. Le parole che si ricavano, anche se piuttosto abbondanti, non bastano a ricostruire esattamente la stesura originaria; si ha però l'impressione che essa non si dovesse distaccare troppo da quanto offerto nel testo.
7) Seguono, cancellate, le parole dopo la sua morte di Croce.